Dai saraceni ai turchi: pirati di Cetara

di ‘A Regina B&B

Il sindaco di Cetara sogna che finalmente si possa valorizzare l'origine medievale della città, costellata da tanti episodi di invasione, dai saraceni del nono secolo ai turchi del sedicesimo secolo. 600 anni di storia di cui ancora oggi si trovano tracce nel cetarese. Chiede a Peppe di impegnare un gruppo di cittadini di Cetara in un lavoro di riscoperta delle radici locali. Si tratta di rileggere e recuperare la memoria che ancora oggi rimane viva tra i cetaresi. Prima di salire sulla Torre Vice Reale ci vediamo giù alla Marina. Vieni puntuale perché c'è molto materiale da raccogliere.

Dove si svolge

Cetara (SA)

Luogo di incontro

Bar Miramare Corso Garibaldi 49

Durata

da 2 a 6 ore

Spostamenti

a piedi

Passioni

Percorsi nella natura, enogastronomia locale, leggende del territorio, cooking class, incontro con i locals

Personalizzabile

Secondo le esigenze di costo e durata per famiglie, individuali e gruppi fino a 15 persone. Adattabile per gruppi più numerosi

Cosa possiamo fare insieme

■ Incontro con Peppe e organizzazione della missione

■ Sulla terrazza della torre di avvistamento ci tuffiamo  nel passato e vediamo le fortificazioni di tutta la costa utilizzando l'antico cannocchiale

■ Ripercorriamo il sentiero di fuga dal borgo alle colline attraverso un incredibile  paesaggio

■ Al rifugio, in località Puopolo, attività di avvistamento

■ Sul sentiero del ritorno raccogliamo delle erbe

■ Presso Agricetus, con Gennaro, dimostrazione della lavorazione del limone, storia del sorbetto e degustazione

■ Presentazione del materiale alle autorità di Cetara

■ Prepariamo la caponata e festeggiamo il compimento dell’impresa con prodotti tipici locali

Giuseppe - Operatore di Turismo Esperienziale

Ciao, sono Peppe, guida ambientale escursionistica e istruttore di kayak con una grande passione per la storia della Costiera. Insieme a me potrai rivivere ciò che è accaduto agli abitanti di Cetara nel corso dei secoli e scoprire come vivevano e come si organizzavano per difendersi dai pirati.